SCOPRI COME PUOI DEDURRE LE SPESE DELL’AGENTE IMMOBILIARE PER L’ACQUISTO DELLA CASA

Al giorno d’oggi, dove ormai qualsiasi cosa deve essere affidata ad un esperto del settore per non inciampare in fregature o perdite di tempo, molti si affidano ad un agente immobiliare per l’acquisto della propria casa.

Lui, sicuramente, avrà la capacità di valutare in maniera obiettiva l’immobile che vorrete andare ad acquistare, saprà negoziare tra voi e il venditore e gestire tutta la fase dell’acquisto.
Però, come ogni cosa, l’agente immobiliare dovrà essere retribuito a lavoro eseguito, e trattandosi di prima casa, avrete il vantaggio di poterlo dedurre dalla vostra dichiarazione dei redditi.
L’agenzia delle entrate stabilisce che i compensi corrisposti all’agente immobiliare possono essere detratti per un importo pari al 19% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di Euro 1.000,00.
La spesa deve riferirsi all’acquisto di una unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, sia nel caso dell’acquisto della proprietà sia nel caso di acquisto di diritti reali minori ( come ad esempio l’usufrutto).

Nel caso in cui la dimora non corrisponda con la residenza, ai fini della detrazione basterà una semplice dichiarazione sostitutiva (DPR 445/2000).
Nel caso di acquisto tra più proprietari, il limite di Euro 1.000,00 deve essere ripartito tra i vari comproprietari in base alla percentuale di proprietà, anche nel caso in cui la fattura sia intestata ad un solo soggetto.

QUALI DOCUMENTI DEVI CONSEGNARE AL PROFESSIONISTA CHE TI FARA’ LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI?

Dovrai consegnare semplicemente la fattura relativa all’intermediazione immobiliare e la copia del rogito notarile.

Print Friendly
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *