IL NUOVO REGIME FORFETTARIO..E’ DAVVERO COSì CONVENIENTE PER TE?

REQUISITI:

  1. Il limite dei ricavi dipende dal codice ATECO, secondo la seguente tabella:

CODICE ATECO

SETTORE

LIMITI COMPENSI

COEFF. REDDITIVITA’

( 10-11) INDUSTRIE ALIMENTARI

45.000

40%

45 – (da 46.2 a 46.9) – (da 47.1 a 47.7) – 47.9 COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO

50.000

40%

47.81 COMMERCIO AMBULANTE E DI PRODOTTI ALIMENTARI E BEVANDE

40.000

40%

47.82 – 47.89 COMMERCIO AMBULANTE DI ALTRI PRODOTTI

30.000

54%

(41 – 42 – 43) – (68) COSTRUZIONI E ATTIVITA’ IMMOBILIARI

25.000

86%

46.1 INTERMEDIARI DEL COMMERCIO

25.000

62%

(55 – 56) ATTIVITA’ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO DI RISTORAZIONE

50.000

40%

(64 – 65 – 66) – (69 – 70 – 71 – 72 – 73 – 74 – 75) – (85) – (86 – 87 – 88) ATTIVITA’ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE, TECNICHE, SANITARIE, DI ISTRUZIONE, SERVIZI FINANZIARI ED ASSICURATIVI

30.000

78%

(01 – 02 – 03) – (05 – 06 – 07 – 08 – 09) – (12 – 13 – 14 – 15 – 16 – 17 – 18 – 19 – 20 – 21 – 22 – 23 – 24 – 25 – 26 – 27 – 28 – 30 – 31 – 32 – 33) – (35)  – (36 – 37 – 38 – 39) – (49 – 50 – 51 – 52 – 53) – (58 – 59 – 60 – 61 – 62 – 63) – (77 – 78 – 79 – 80 – 81 – 82) – (84) – (90 – 91 – 92 – 93) – (94 – 95 – 96) – (97 – 98) – (99) ALTRE ATTIVITA’ ECONOMICHE

30.000

67%

 

2. Lavoratori dipendenti e/o collaboratori per un importo massimo di Euro 5.000/anno

3. Beni strumentali alla chiusura dell’esercizio non superiore ad Euro 20.000. Nel conteggio rientra:

a. Beni in locazione finanziaria (costo effettivamente sostenuto)

b. Beni in locazione, noleggio e comodato (valore degli stessi)

c. I beni utilizzati promiscuamente dalla ditta (costo al 50%)

d. Non rilevano i beni immobili, acquisiti per l’esercizio dell’attività

4. Non possono accedere nel regime dei minimi:

a. i regimi speciali come:

1. Agricoltura

2. Editoria

3. Gestione telefonica

4. Intrattenimenti e giochi

5. Rivendita documenti trasporto pubblico

6. Agenzia di viaggio e turismo

7. Agriturismo

8. Vendita a domicilio

9. Rivendita beni usati o antiquariato

b. gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che partecipano, contemporaneamente all’esercizio dell’attività, a società di persone o associazioni a esse assimilate (articolo 5 del Tuir), ovvero a società a responsabilità limitata trasparenti

PER I SOGGETTI DIPENDENTI POSSONO ACCEDERE AL REGIME FORFETTARIO, SE NELL’ANNO NON SUPERANO EURO 30.000 DI LAVORO DIPENDENTE.

NO IRAP NO STUDI DI SETTORE, NO DICH. IVA.

TASSAZIONE DEL 15% SUL REDDITO IMPONIBILE. LA TASSAZIONE E’ PARI AL 5% NEI PRIMI 5 ANNI  DI APERTURA PARTITA IVA, SE:

  • Il contribuente non ha esercitato, nei tre anni precedenti l’inizio, attività artistica, professionale o d’impresa, anche in forma associata o familiare
  • l’attività da esercitare non costituisca, in nessun modo, mera prosecuzione di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo, escluso il caso in cui l’attività precedentemente svolta consista nel periodo di pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti o professioni
  • qualora venga proseguita un’attività svolta in precedenza da altro soggetto, l’ammontare dei relativi ricavi e compensi, realizzati nel periodo d’imposta precedente quello di riconoscimento del beneficio, non sia superiore ai limiti che, a seconda dell’attività, consentono l’accesso al regime

Le detrazioni in dichiarazione dei redditi vengono annullate;

TASSAZIONE E COSTI REGIME FORFETTARIO

1° ANNO 2016 – CODICE 33.19.09 (riparazione di altre apparecchiature nca)

ricavi fatturato

25.000,00

Coeff. redditivà Reddito da considerare – 67% del fatturato

16.750,00

Inps Commercianti

2.298,14

reddito netto

14.451,86

CALCOLO IMPOSTE

imposta sostitutiva del 5% sul reddito netto

722,59

TOTALE IMPOSTE ANNO COMPETENZA 2016 – 5%

Imposta sostituiva

722,59

inps commercianti

2.298,14

TOTALE

3.020,73

 

Prima di passare al regime forfettario, valuta bene le detrazioni che hai in sede di dichiarazione dei redditi, perché ricorda, in questo regime vengono annullate.

Valuta bene inoltre, che i costi che hai ipotizzato per la tua attività non siano superiori rispetto al coefficiente di redditività che il regime ti impone.. anche in questo caso, i costi non vengono presi in considerazione, pertanto se per la tua attività non ipotizzi grosse spese può essere conveniente per te, altrimenti valuta bene il passaggio.

Print Friendly
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *