CREDITI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE.. SEMPRE PIU’ COMPLICATO USUFRUIRNE!

Dallo scorso 24 aprile per effetto delle disposizioni introdotte dal D.L. 50/201, convertito con legge num. 96/2017 del 24/06/2017 il pagamento dei tributi ha subito variazioni.

Riepiloghiamo le nuove disposizioni in materia di pagamento dei modelli F24:

SOGGETTI TITOLARI DI PARTITA IVA:

• Il pagamento dei tributi mediante modello F24 non è ammesso presso banche o poste, ma può essere pagato tramite canale home-banking se non sono presenti compensazioni.
• Per i modelli F24 con compensazioni fino a 5.000,00€ il modello F24 deve essere presentato tramite canali messi a disposizione dell’agenzia delle entrate (Entratel o Fisconline)
• Per i modelli F24 con compensazioni oltre i 5.000€, il modello deve essere presento sempre tramite canali Entratel o Fisconline ma la dichiarazione nella quale emerge il credito, deve essere munita del visto di conformità.

 

SOGGETTI NON TITOLARI DI PARTITA IVA

• Il pagamento dei tributi mediante modello F24 cartaceo presso banche o poste, potrà essere effettuato solo per i modelli F24, che non contengono alcuna compensazione, senza vincoli di importo
• Per i modelli F24 con saldo a zero, dovranno essere presentati obbligatoriamente con i servizi telematici messi a disposizione dall’agenzia delle entrate (consigliamo di rivolgersi ad un professionista abilitato)
• Per i modelli F24 che abbiano compensazioni con saldo finale diverso da zero, per determinati crediti d’imposta è necessario procedere sempre tramite i canali messi a disposizione dall’agenzia delle entrate, per i restanti crediti d’imposta invece, si potrà procedere liberamente con il proprio home-banking

Print Friendly
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *